Finanza

Crédit Agricole: prima banca islamica in Marocco

(FIM) Nuovi sviluppi sul fronte della finanza islamica nel Regno del Marocco: la Crédit Agricole ha ottenuto l’approvazione del governo marocchino per istituire una banca islamica, la prima nel paese.

Crédit Agricole é una banca per il 75% di proprietà dello Stato marocchino, non collegata all’omonimo istituto bancario francese. La nascita della nuova filiale islamica sarà il risultato di una joint venture con la Islamic Development Bank (IDB), a cui la Crédit Agricole parteciperà con un capitale di 200 milioni di Dirham ($20.55 milioni).

Con la prima banca islamica, la Crédit Agricole mira ad attirare la clientela del mondo rurale, il 40% della popolazione secondo le cifre della Banca Mondiale, la maggior parte dei quali, anche per motivazioni religiose, non ha accesso ai sistemi di finanza convenzionale.

Questa novità sarà una tappa fondamentale per il lancio della finanza islamica nel Regno. Le prime operazioni del nuovo istituto bancario sono attese per i primi mesi del 2017.

La legislazione che permette l’introduzione di strumenti di finanza islamica in Marocco era stata approvata dalla camera dei rappresentanti del Parlamento nel giugno 2014. Inoltre, il governo marocchino aveva instaurato un consiglio di supervisione in seno alla Banca Centrale, la Commissione di Shariah per la Finanza Partecipativa, un organo composto da dieci studiosi musulmani ed esperti di finanza.

Il Marocco di oggi, oltre ad essere una porta di accesso ideale in tutto il continente africano, offre un grande potenziale per la finanza islamica. Diverse banche, dieci secondo Bank Al-Maghrib, avevano inoltrato domanda alla banca centrale marocchina per istituire una banca, o delle filiali islamiche, per espandersi nel Regno. Ma il Marocco ha voluto che la prima banca islamica sia frutto dell’esperienza di Bank Al-Maghrib e di IDB. Tuttavia, la scelta di posizionarsi nel mercato a partire da una clientela non-bancabile, come quella rurale, presenta non poche sfide. Riuscirà Crédit Agricole a superare le difficoltà logistiche e culturali per conquistare la fiducia di questa fetta della popolazione?

 

La Finanza Islamica©2016 Ogni diritto sui contenuti del sito è riservato ai sensi della normativa vigente. La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, di tutto il materiale originale contenuto in questo sito (tra cui, a titolo esemplificativo e non esaustivo, i testi, le immagini, le elaborazioni grafiche) sono espressamente vietate in assenza di autorizzazione scritta da parte della testata.

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

To Top