Altro

The Shukran, un social per dire “grazie”

Non è l’ennesima piattaforma social in cui crogiolarsi nell’autocelebrazione goliardica, nel voyeurismo e nella polemica sterile. The Shukran è altro, condivisione, rispetto reciproco, accoglienza, impegno sociale, molteplicità culturale.

Il nuovo social network, ancora in fase di testing, vuole configurarsi come un’immensa rete virtuale internazionale capace di abbracciare quanti più possibili shukrians – così vengono chiamati gli utenti del nuovo esperimento tecnologico, già 5000, sparsi in tutto il globo – fornendo loro la concreta possibilità di condividere esperienze da ogni parte del mondo. Niente più “amici”, niente più like, l’apprezzamento si esprime tramite un semplice e significativo “grazie”- in lingua araba e indi “shukran”, per l’appunto – simboleggiato da una manina arabeggiante, ponte tra culture diverse.

13921097_1252121321486058_4171195352486572727_n

Le parole assumono un’importanza secondaria in un assetto sociale globalizzato come il nostro, essendo possibili fonti di incomprensione, formalizzando prospettive culturali precise e dunque limitanti; si predilige una comunicazione immediata, priva di particolari filtri ed è quindi piuttosto tramite la fotografia che avviene lo scambio virtuale di esperienze tra gli utenti. Ogni foto è un dono, possibile finestra su un determinato squarcio di mondo, motivo di contatto, possibilità di riconoscersi nell’altro, sviluppando empatia e solidarietà. Una delle peculiarità del nuovo social consiste, poi, nell’opportunità di creare e di aderire a campagne di sensibilizzazione culturale, sociale e politica (la prima campagna lanciata è stata !freedominegypt, a sostegno della libertà di stampa e di espressione in Egitto), offrendo input di coesione sociale a larga scala.

Ideato da giovani italiani autoctoni e di origini straniere, promosso da Luca Bauccio, avvocato co-fondatore di YouReporter.it, The Shukran, il social della gratitudine, si sviluppa tramite il contributo tecnico di un ampio numero di qualificati professionisti della comunicazione, avvocati, esperti di start up, blogger, grafici, studenti universitari.

Con discrezione entra nelle nostre case, arricchendoci dei ricordi iconici altrui, permettendoci di trascendere quotidianamente dallo specifico contesto che viviamo e respiriamo.

11227552_1013438748687651_2836778628021254970_n

 

giphy

(Foto courtesy of TheShukran)

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

To Top