Fashion

Vestire Halal

E’ stato un successo il Festival della moda musulmana, che anche quest’anno ha attratto molti curiosi a Kuala Lampur. L’idea di un imprenditore malese di mettere in piedi l’Islamic Fashion Festival nasce dall’esigenza sempre più sentita, da parte della popolazione musulmana, di essere elegante e vestire con stile senza rinunciare ai precetti religiosi.

Vestire halal non significa solo indossare burqa o tuniche nere, ma avere un’identità ben definita. Le indicazioni condivise dagli addetti del settore sono quelle di coprire i capelli e le forme del corpo ma, nella misura in cui vengano salvaguardati i principi islamici di modestia e pudore, non esiste alcun particolare limite o disapprovazione nei riguardi della ricerca dell’eleganza e della femminilità.

Un mercato che già oggi vale 76 miliardi di euro, che si rivolge a più di 2 miliardi di potenziali clienti, e che è in fermento in molte aree geografiche del mondo – tra cui l’area mediorientale, bacino di acquirenti facoltosi e attenti da sempre anche alla moda occidentale, e oggi orgogliosi di avere a disposizione una moda halal.

il Festival della moda è anche un evento itinerante che ha interessato Abu Dhabi, Dubai, Singapore, Londra e New York.

La speranza è che la manifestazione faccia presto tappa anche nel nostro Paese, da sempre riferimento mondiale per la moda.

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

To Top